venerdì 21 febbraio 2014

#indigorevolution #rivoluzioneindaco #etuchefai? #sondaggio

Eccoci, siamo entrati a pieno passo nel Caos. Le notizie sono orribili dovunque, nulla ha più senso, dalle piccole alle grandi cose. 
Ma io voglio Amore al comando della Realtà, io voglio Compassione e Saggezza ovunque e non accetto più condizioni ne condizionamenti. 
E allora, come quando la febbre comincia inesorabilmente la sua scalata e l'unico modo per uscirne è smettere di nutrire i virus, altrettanto farò io qui. Perché spesso in questi giorni mi sono chiesta e richiesta cosa fare di fronte a tanto orrore, di fronte al massacro ucraino e venezuelano, di fronte all'indifferenza per il popolo siriano, per i bimbi schiavi, per i bimbi soldato, per i bimbi violati, per le stragi di animali ovunque e in qualsiasi forma, allo zoo come in laboratorio o in macelleria, per questo amorevole pianeta che non chiede niente e nonostante tutto continua a dare il meglio di sé, che fare?
Sono anni, tanti, che lavoro in me, che lavoro con la mente, col cuore, con l'intuito, l'istinto, le energie pesanti e sottili. So di aver compiuto atti orribili in qualche vita e di averne subiti molti. Ho imparato a piegarmi e rialzarmi di fronte alle circostanze più disparate, spesso comunemente definite avverse, ma so anche l'inamovibilità dello spirito, l'elogio della non-azione. Dal buio ho imparato la luce e dall'oppressione la leggerezza, ho imparato a non cedere a compromesso, a non sgattaiolare via dalla realtà né dalla verità. Ho scoperto il potere dell'improvvisazione e l'efficacia suprema del cambiamento di rotta radicale, perché a volte è necessario spiazzare anche il destino. 
So, il potere dell'Essere Umano e non c'è giorno in cui non ringrazi l'esistenza tutta per questo indefinibile miracolo che è vivere. Conosco la sincronicità, so la legge d'attrazione, so la risonanza e ho provato di che sostanza è fatta l'Esistenza. Io creo la realtà, lo so, ne sono pienamente consapevole. E so che molti di voi ne sono consapevoli altrettanto pienamente. 
E allora che fare? Che facciamo adesso? Tu che fai?
Io voglio creare un mondo nuovo qui, adesso. E così ho cominciato a farlo, lavorando con quello che ho a disposizione, con la mia realtà. Perché vorrei tanto avere il potere di cambiare Tutto schioccando due dita ma so anche che non è così che si fa. Nemmeno se lo sapessi fare lo farei. 
Il mio scopo non può essere cambiare me per cambiare il mondo se prima non so chi sono. E poi perché cambiare me stessa quando posso semplicemente cambiare punto di vista ed essere onorata di vivere in me? Perché so che se non emetto giudizio su di me non lo posso più emettere nemmeno sugli altri, e così, automaticamente, genero una vibrazione anti-convenzionale che va a sovvertire l'andamento lineare del sistema. E se a questo punto si può chiaramente dire ad alta voce che: questo vale per tutti!, mi viene spontaneo chiedermi: ma io, genero Pace o Caos? È possibile che abbiamo così tanta merda da purgare tutti insieme? Non basterebbe che ognuno risolvesse la sua, neonati compresi così come animali e piante? Ma che cazzo stiamo facendo, a cosa stiamo ancora pensando?

Nessun commento:

Posta un commento